65 anni …… ben portati

65 ANNI……ben portati

ALCUNI TRATTI DELLA VITA DEL GRUPPO

Nel 1952 ci siamo costituiti come Gruppo Anziani d’Azienda. Presidente dell’Alfa Romeo all’epoca era l’ing. Pasquale Gallo.

Come sappiamo la vita del Gruppo non si è svolta sempre in modo armonico. E’ stata influenzata dalle vicende che hanno caratterizzato Azienda e Lavoro nelle variabili sociali ed economiche. Ricordiamo gli anni vivaci ed entusiastici della nascita e dello sviluppo del Gruppo (anni ’50-60); gli anni dell’ “assestamento” in cui crisi e ristrutturazioni hanno influenzato costi, attività e ruoli (anni 70-80); gli anni dell’ingresso di Fiat Auto come Azienda di riferimento (1987) e, per finire, la fase odierna in cui al Gruppo, con la chiusura di Arese (2006), è venuta a mancare la fonte di potenziali nuovi Soci.

1900 berlina, 1950

Malgrado queste traversie ed handicap strutturali, a 65 anni di distanza, sul piano associativo, possiamo affermare di vivere un buon equilibrio, in buona salute.

TESTIMONIANZA DI UN PERIODO IMPORTANTE ( di Ernesto Restelli )

Ho assunto nei primi anni 80 la carica di Presidente del Gruppo Anziani.

Teso alla sua missione e motivato da grande senso di appartenenza, il Gruppo collaborava nella realizzazione di manifestazioni tipicamente aziendali quali ad esempio:

. la festa dei quiescenti, dove l’azienda, nella persona del suo Presidente, premiava con un segno tangibile di riconoscenza quei lavoratori che avevano lasciato per pensionamento,

. il momento di assegnazione del distintivo in oro al nuovo Socio. Il distintivo portava inizialmente la scritta ”fidelitas in labore”, poi, con la presidenza Cortesi, la scritta ”venti anni”.

Il Gruppo ha poi cominciato ad interessarsi del tempo libero organizzando gite e soggiorni.

Ha inoltre introdotto, a suffragio degli Alfisti deceduti, la Santa Messa, da 20 anni celebrata in Sant’Ambrogio (Milano) l’ultimo sabato di novembre.

Nel 1987 cambiava l’assetto societario dell’Alfa Romeo. La nuova proprietà – Fiat Auto – aveva un proprio gruppo anziani (Ugaf) gestito secondo regole in parte diverse dalle nostre. Tra l’altro prevedevano l’iscrizione al Gruppo del lavoratore con 25 anni di anzianità aziendale contro i nostri 20; le premiazioni avvenivano quando i lavoratori erano ancora in forza e non dopo il loro pensionamento. La nostra iniziativa si è quindi concentrata nella riduzione del divario esistente. Dopo diversi incontri, siamo giunti ad apportare modifiche allo Statuto assumendoci, tra l’altro, l’onere (e l’onore) di organizzare la premiazione dei Soci quiescenti.

Nel contempo si sentiva la necessità di migliorare la comunicazione interna. Nello stesso 1987 si è dato vita ad “Alfa Notizie”, il periodico di informazione per i Soci e i simpatizzanti. Con la collaborazione di un consigliere esperto, siamo poi entrati nel mondo di Internet con il nostro sito web, recentemente aggiornato nella sua configurazione.

Stelvio, 2017

Sul piano generale, posso testimoniare la grande dedizione dimostrata da tutti i colleghi. Mi congratulo, in particolare, con i Consiglieri che si sono avvicendati nel Gruppo, esempi di disponibilità e di determinazione nell’assumere le responsabilità necessarie per assicurare all’Associazione il futuro che stiamo vivendo.

 

GRATITUDINE A CHI HA RETTO IL GRUPPO: i Presidenti a partire dalla sua costituzione:

Rodolfo Bianchi, Ubaldo Baldini, Giuseppe Allegra, Guido Casagrande, Luciano Garlaschelli, Ferdinando Valletti, Guido Zocchi, Angelo Lainati, Eugenio Duchini, Ernesto Restelli.